Tra Zurigo e Norimberga… Natale 2014 sotto la neve

A parte che a Zurigo ci sono già stato… a parte che dalla postazione in cui mi trovo e non avendo il materiale che mi serve, come per esempio tutte le foto, purtroppo non posso fare un post completo come al mio solito… Mi limito comunque a raccontare quest’avventura per lasciarne traccia.

Un Natale insolito, diverso dagli altri tradizionali e passati in famiglia.. quello di quest’anno l’ho passato tra Zurigo e Norimberga.
Complice di questa trovata è stata la Swiss, una compagnia svizzera che prendo spesso il quale mi proponeva, tramite varie scelte, un lungo scalo di oltre 24h per raggiungere Norimberga da Roma, scalo a Zurigo appunto.

Partiti da Roma per le 15, siamo arrivati a Zurigo circa le 17. Non abbiamo preso un hotel, ma bensì un appartamento monolocale. Piccolino ma un sacco pulito e nuovo.. addirittura la cucina touch.
Tempo di posare i bagagli e inserire il codice per prendere la chiavetta della stanza e di corsa andammo giù al supermercato per fare spesa. Il nostro programma prevedeva di cucinare per il cenone. Dopo aver lasciato le buste della spesa siamo usciti per fare un giro nella bella Zurigo con la stazione e la via della stazione addobbata e decorata a Natale.
Notammo addirittura un albero posizionato su una gru.
Per le strade già non c’era nessuno. I mercatini e negozi chiusi. Qualche scatto sul fiume, una birra e del sushi a scatoletta e tornammo a “casa”.
Iniziammo a cucinare. Fu bellissimo.
Base di pesce come la buona tradizione di vigilia impone e la pasta svizzera.

L’indomani, il 25, Natale alle 13 ci aspettava il nostro volo per Norimberga. Raggiunto l’aeroporto in trenino abbiamo notato che moltissima gente partiva. Il nostro volo per esempio era pienissimo. Un sacco di coppie, famiglia, ma anche comitive di amici.
La stanchezza iniziava a farsi sentire e così, arrivati in hotel ci concedemmo un pisolino.
L’hotel era un 4* centrale. il Park Inn. Comodo e pulito. Senza colazione ma col wifi [molo instabile a dire il vero!]
Dopo il riposino siamo usciti in giro per il centro. La città è così piccola che praticamente dall’esterno l’avevamo già vista tutta. Infatti siamo arrivati fino al castello e ci siamo fermati a cenare in un pubetto con salsicce della franconia, insalata di patate di Norimberga e birra tedesca. Abbiamo speso 10 € ..un cavolo per tutto quello che abbiamo mangiato.
Il Natale si concludeva con una passeggiata per questa nuova bella città bavarese.

L’hotel non prevedeva colazione e così siamo usciti per farla all’ auptbanhof, ovvero la stazione centrale. Trovammo un sacco di cose buone e tipiche con cio riempirci lo stomaco a poco, oltre i soliti bretzel. Non sembrava di essere in Germania fin quando finalmente non nè addentammo uno. Prendemmo la Shban per andare a visitare un paesino nelle vicinanza “Schewback”, anche se notammo che essendo festa i treni erano meno frequenti ma sempre puntualissimi.
Era la cittadina dove si lavorava l’oro. Una o due chiesette ma niente di che. Probabilmente era + interessante qualora l’avessimo visitata quando vi era un giro turistico che spiegava la lavorazione dell’ora, sebbene sarebbe stato senz’altro in tedesco, visto il paese molto poco turistico.
Mangiammo in un locale in quel centro storico molto buono. Il “Monk”: Bretzel, salsicce di Norimberga e la loro tipica insalta di patate. Ottima. Così tanto da volerne un’altra.. Ma la nostra morale sopraggiunse.
Prendemmo poi di nuovo la S2 per la stazione centrale e da li la S1 direzione Furth. Era un paesello tipico, almeno da ciò che ci diceva la guida. Ma assolutamente inutile (poverino!). Insomma, non abbiamo fatto nulla. Tempo un paio d’ore ed era già bello e finito. Nel tornare in hotel, passammo dal vicino KFC per prendere una veloce merenda da portare in Hotel.
Mi chiedo sempre come mai non esistono questi buoni da fast food così buoni in ITA.. vabhe…
In serata abbiamo fatto una passeggiata in centro ma non avevamo fame. Abbiamo preso giusto dei bretzel burro ed erba cipollina e dell’ottima birra. Il giorno dopo ci aspettava l’entrare nel vivo della città e la Norimberga Card.

Abbiamo fatto la card già la sera prima direttamente nel nostro hotel. con 23€ a testa, per 2gg avevi mezzi gratis, e l’entrata a tutti i miei della città e il castello. Iniziammo, dopo una buona colazione proprio da li. All’interno non ci ha esaltatao più di tanto. Il solito castelletto ma niente di che. Idem la torre in cui siamo saliti per ammirare la città dall’alto. Scoprimmo che il castello è fatto con marmo italiano delle Alpi.
Dopo seguendo la Norimberga Card andammo alla casa-museo di Albert Dhurer. Non ci saremmo mai andati se non fosse stato per la card. Non sapevamo chi fosse. Era quindi in famosissimo pittore bavarese. Rimanemmo molto sorpresi dalla sua casa, con tanto di audio guida dove parlava la moglie spiegando stanza per stanza la loro vita. Molto caratteristica e particolare.
Abbiamo poi fatto un attività chiamata “Rock Call Center”. Abbiamo avuto difficoltà a trovarla anche perché ancora non capisco cosa c’entra il nome con quello che in realtà è. Un giro turistico da 80′ minuti nelle vecchie fabbriche delle birre tedesche, oltre 20mt sotto terra tra caverne e cunicoli ogni tanto stretti. C’era però una guida e un gruppo di persone da seguire. La guida parlava in tedesco ma a noi e ad un’altra coppia francese ci hanno dato l’audio guida nella nostro lingua.
All’uscita ci hanno offerto quella birra fabbricata da li e una sorta di whisky. Whisky davvero molto delicato e birra come poche provate in vita mia, così tanto che ne abbiamo prese due bottiglie. Abbiamo mangiato in una specie di pub che proprio era attaccato al luogo di ritrovo di tutto il gruppo. Una zuppa di cipolle che ancora ricordo. Buonissima.
Usciti di li siamo entrati (per sbaglio perché volevamo andare in un altro posto) in una specie di musei che sembrava quello dei giocattoli, ma non era quello. Comunque era pieno di case delle bambole. Bellissimo. Giochi antichissimi anche in legno. Ma poi abbiamo raggiunto ciò dove volevamo andare: il museo di arte germanica. Purtroppo non siamo riusciti a vederlo tutto poichè poi doveva chiudere. Ciò che abbiamo visto una parte non era interessante per niente, mentre un’altra molta parte lo era molto. Abbiamo scoperto vari nomi di artisti tedeschi che non conoscevamo.
Birra a patatine in hotel.
La cena volevamo farla al nord see ma era già chiusa in quanto siamo usciti tardi. Così siamo andati ai fast food della stazione per cenare allo “Yormars”. Qualche panino col bretzel e panino col pesce.
Come è solito fare abbiamo poi preso un tram, il 4 che passava del centro per fare un giro ma, ahimè non scarsi risultati. Buio, pioveva neve e le luci della città si riflettevano sul vetro. Non abbiamo sicuramente raggiunto il nostro intento.

Il 28/12 è stata decisamente la giornata più fredda, oltre meno 10 gradi, e ghiaccio per la strada. Essendo domenica era tutto chiuso e abbiamo optato per una colazione alla stazione centrale.
Raggiunta poi la zona dei musei iniziammo da un punto informazioni perché ai piani di sopra si trovava una sorta di esposizioni delle pietre ma assolutamente niente di che.
Seguendo la mappa, in ordine veniva il museo di arte moderna. Di solito non mi piace, ma questo mi ha colpito particolarmente. Vi era l’esposizione di un artista di Cosenza, e un opera, chiamata il “doppio”, era un sacco di fili con dei magneti e sotto il pavimento c’era evidentemente un tappeto magnetico che attirava il tutto, e tutti i fili erano tesi.
Il museo che mi ha colpito di più in assoluto è stato quello di arte naturale. 2 piano di vere e proprie produzioni dei vari popoli antichi, maya aztechi, il vecchio Perù e il Messico. e al secondo piano gemme e pietre.
Poi da li abbiamo preso la metro, ovvero la Uban per il centro. Il nordsee che tanto inseguivamo era di nuovo chiuso e così ne abbiamo approfittato per vedere la cattedrale di San Lorenzo. Non mi lasciato nulla di che, ne ho viste di meglio anche se penso la struttura esterna sia molto bella. Mangiammo finalmente al nordsee quella sera, ma solo quello della stazione che era aperto. Un gustosissimo pesce in salsa di funghi e qualcosa tipo Fish & chips.
Avevamo una sorta di appuntamento per il planetario che teneva aperto solo per appuntamento di gruppi. C’erano salo bambini in fila e genitori che li accompagnavano. Infatti altro che planetario. Era una sorta di cartone con le stelle proiettato al soffitto di questa sala, buia e con audio tedesco. Ci addormentammo, per poi a fine primo tempo andare via. Preso di nuovo la Uban abbiamo raggiunto il museo di Thurk.. carino. Un altro posto che stessa card non avresti visto ma che invece era simpatico. Sopratutto il soffitto in un ala del castello. Si usciva fuori nel giardino con tanto di albero di Natale per raggiungere un altra parte del museo. Riposino in hotel e cena al nordsee, again!

29/12, ultimo giorno.
Solite valigie e check in alle ore 12 e abbiamo lasciato le valigie in hotel per uscire visto che il nostro aereo era alle circa 19.
Siamo passati dal centro dove era aperto qualche mercatino sopratutto alimentare.
Siamo stati al Muller, un grossissimo centro commerciale dove al II piano vi erano un infinità di giocattoli di tutti i generi della Ravensburgher (marca produttrice tedesca) ed anche da tavolo come per esempio the walking dead che avrei preso se non fosse in tedesco. Bisognerebbe riflettere sul gioco nelle varie culture. Qui da noi tutti quei giochi non li vedi. Erano giochi positivi per lo sviluppo del bambino perchè promuovevano il costruire anziché i soliti video games a cui sono abituati qui in ITA.
Siamo passati dall’Auptmarkt con la chiesa di San Sebald e poi alla “Gallerie” in giro per negozi. Fatte le 15 tornammo in hotel per prendere la roba e dirigerci in aeroporto.

“Mercatini di Natale” …ma dove? già chiusi il 24/12 …peccato.. ammetto un po di delusione in questo ma per fortuna c’erano comunque le illuminazioni.

Buone feste ormai passate, buon anno e buona befana 😉

Annunci
di fonziefo87

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...