Dusseldorf, Colonia e i mercatini di Natale [19/22 Dicembre 2015]

Eccomi di nuovo in Germania. Questa volta per i mercatini di natale. 2 notti tra Dusseldorf e Colonia.
kolnForse pochi.. Ma abbastanza per i mercatini e un giro nei punti nevralgici della città.
Il nostro Rynair è stato puntuale. Avevamo la partenza da Ciampino. Verso le 11 circa eravamo a Colonia. La nostra prima tappa prevedeva Dusseldorf e così, dal’aereoporto abbiamo preso un regionale che con 11,83 euro ci ha portati in più o meno mezz’ora a Dusseldorf dove siamo arrivati più o meno per pranzo. Abbiamo preso qualcosa da mangiare fuori la stazione e subito siamo arrivati in hotel per il chek-in. Hotel Batavia 3* con colazione. Comodo centrale e pulito.

Siamo subito usciti per una prima visita ai mercatini di Natale.

I mercatini sono distribuiti nei vari punti cruciali della città: La Rathaus, nella zona vecchia, nella piazza della Cattedrale con la ruota panoramica e vicino al castello.

Era già pomeriggio tardi e ci siamo spostati nella zona del lungo fiume per ammirare la parte delle architetture strane del’architetto Frank O’Ghery e il Rheinturm, ovvero la torre di trasmissione di Dusseldorf che domina l’intero Reno.

Ci siamo fermati a cena in un locale sul fiume dove abbiamo preso pesce fritto, wurstel di Francoforte e abbiamo preso birra.

La serata è passata nel tornare indietro ripercorrendo tutto il centro a ritroso e facendo foto alla bella Dusseldorf by night, sorseggiando il classico vin brulè
IMG_20151219_214405

L’indomani dopo la tipica colazione intercontinetale degli hotel, abbiamo fatto il check out e lasciato le valigie per rifare un ultimo giro della città. Abbiamo ripercorso tutte le zone della sera prima. Dal centro alla zona del fiume. Per poi entrare nella basilica di San Bartolomeo e nella cattedrale.

Abbiamo pranzato tardi, con degli hamburgher e delle birre. Una tipica di Dusseldorf dopo aver provato dei dolcetti tipici di maschmellow ai mercatini.
IMG_20151220_122828
Tornati in hotel per prendere le valigie e dei biscottini alla cannella offerti, ci siamo diretti in stazione dove ci aspettava il nostro regionale: direzione Colonia.
Arriviamo in più o meno 20 minuti e, arrivati subito in hotel scopriamo che siamo oltre l’orario del check in e per fortuna sul citofono ci stava un numero da contattate. Anche se bastava suonare, come ci hanno detto al telefono. Il tizio ci ha dato il numero della stanza e siamo saliti. Era uno di quegli hotel senza reception, o cmq con una presenza parziale.
Era già sera e abbiamo deciso di passare la serata tra i mercatini che erano bellissimi per poi fermarsi a un pub per patatine fritte e la birra Sion, che è quella di Colonia.

DSC_0347DSC_0320

La mattina dopo, dopo colazione e zaini, abbiamo fatto il check out ma non potevamo lasciare gli zaini. E così visto che per lasciarli in stazioni dovevamo pagare 7eu abbiamo deciso di fare la giornata con la zaino e con varie soste.
Siamo arrivati nella zona del fiume con il grande parco attorno, entrati nella cattedrale… Ho preferito quella di Dusseldorf! Visti altri mercatini della città e i vari ponti.
Per pranzo abbiamo preso dei panini al pesce e poi siamo tornati in stazione per prendere la S.Ban che con 2,83eu ci portava in aeroporto. Li abbiamo cenato con degli amburgher e birra.
Il nostro volo era alle 21:05
DSC_0315DSC_0330

Questo slideshow richiede JavaScript.

Annunci
di fonziefo87

Siviglia <3 [13-15/12/15]

svq

Praticamente un sogno che si realizza… Quello di un viaggio in solitaria… Era da un sacco di tempo che dicevo di volere provare quest’esperienza ed ecco fatto… Alla fine, da qualche parte, ho trovato il giusto coraggio..
E adesso, mi rimane il ricordo di una bellissima esperienza che, per di più, consiglierei a tutti.
E’ bellissimo perdersi da soli tra i mille vicoli delle città senza dovere dare conto a nessuno o rispettare un qualsiasi orario…

Insomma, sono partito stracarico di roba, con uno zaino sule spalle perchè, oltre alle cose che porto sempre di routine in ogni viaggio con me, c’erano delle emozioni in contrasto che vivevo: paura e angoscia, con gioia ed entusiasmo.. in sovreccitazione quella notte non ho dormito. ero entusiasta e non vedevo l’ora ma dall’altro pure spaventato. La lingua, le cose da fare, il cibo, i mezzi da prendere per arrivare in hotel… insomma un sacco di paure e paranoie che praticamente sono svanite una volta arrivato in hotel e ho detto: “ce l’ho fatta.. eccomi qui!”

Il mio Rynair è stato puntualissimo. Partito ore 6:30 ed atterrato alle 9 e qualcosa. Subito fuori dall’aeroporto non ho avuto difficoltà a trovare il bus EA diretto al contro con 4eu.. Anzi, ci stavano pure due italiane che ho guidato io stesso.
Il bus mi ha lasciato a circa 300mt dall’hotel Alcazar 3*. Essendo arrivato presto, il tipo della reception mi ha detto che ancora la stanza non era pronta. Cosi ho lasciato lo zaino e sono andato a farmi un giro.

Mattina di domenica presto e la bella Siviglia ancora dormiva e i suoi tantissimi parchi, piazze e fontane e erano vuote. Ma non passò molto tempo affinchè tutto si riempisse. Dovevo tornare minimo per le 13 e praticamente quello che doveva essere un piccolo giro s’è rivelato il giro di tutto il centro della città e mi sono pure perso a un certo punto 😀 Sono arrivato fino alla torre del’oro, passeggiando per “paseo de la delicias” e scattando foto di qua e di la. DSC_0130

 

Prima di tornare in hotel mi sono fermato da Starbucks al volo dove mi pare di aver preso un tramezzino e un pane particolare fatto con scaglie di formaggio molto buono.

Tornato in hotel finalmente ho potuto fare il check-in ma ero esausto… Non avevo dormito la notte, il volo era all’alba, in più tutta quella camminata di ore. Ho lasciato lo zaino in camera e ne ho approfittato per riposarmi un paio d’ore. Giusto il tempo per ricaricarmi un attimo.
Per le 5 mi sono alzato e fatto una doccia di ripresa. E mi sono rimesso in marcia.

Nel frattempo Siviglia s’era riempita e accesa delle mille luce del natale.
Alla cattedrale, a me molto vicina, c’era una cerimonia particolare ma non ho ben capito di cosa… Insomma c’era una bolgia che non si passava ed era chiuso al pubblico

Il clima era nuvoloso. In realtà strano per la sempre soleggiata Spagna. Ma, anzi, uscito dall’aereo qualche goccia l’ha fatto e pure il giorno dopo. Per fortuna solo qualche minuto e solo qualche goccia passeggera.

Avevo già deciso di non fare i mezzi… Sebbene sono andato in metro ad informarmi su come funzionava. La posizione dell’hotel mi consentiva di non prendere i mezzi. Certo, dovevo camminare un po per raggiungere le varie zona ma era proprio quello lo scopo.

Camminando per il centro mi sono fermato in un localino che faceva i boccadillos… solo che io volevo uno ai calamari che non c’era… così ho optato per delle crocchette al pesce ..tipiche di Siviglia.

Le stradine erano strettissime e mi chiedevo come facessero le macchine a passare… e invece comunque ce la facevano, vabeh…
Camminando, mi sono trovato alla piazza del Pilatos, ovviamente aiutato dall’applicazione del tom tom…
Sono arrivato alla zona expo dove ci sta un gigantissimo fungo e sotto di esso un gran mercato ed una zona piena di localini e piazze… anche se in realtà Siviglia è piena piazze e locali e posti dove la gente si ritrova… Ma ditemi se non è bella questra struttura: DSC_0036

C’erano dei mercatini nella zona della cattedrale ma erano prettamente natalizi con solo oggettistica da presepi.
Passeggiando c’era un chioschetto con dei dolcetti tipici …una specie di muffin come forma ma comunque diverso.

Ho passato la serata nella zona dell’Alameda de Hercules e nella piazza Europa. Ho cenato ad un Mc li vicino… Non mi andava di cercare altro e poi dovevo correre in bagno …dopo un pomeriggio intero… Niente meglio di un Mc facile e veloce.

DSC_0045.JPG
Al ritorno ero tentanto da prendere un tram, sia per la lontananza che per l’orario… ma poi, pensandoci, ho preferito che non mi sarebbe ricapitato cerco con facilità di fare a piedi Siviglia in notturna e cosi, col tom tom alla mano mi sono messo all’avventura.. passando prima per la piazza di San Lorenzo, poi per il museo d’arte contemporanea, poi per la Piazza del Toro, ovviamente chiusa e alla fine sono arrivato alle Torre dell’Oro, vicino casa.

Il mio Hotel, Alcazar 3*, non prevedeva la colazione. L’ho fatto apposta a non prenderla per non avere vincoli di orari x alzarmi la mattina.
Infatti mi sono svegliato con calma, doccia e sono andato a mangiare al Dunkin un Donut agli oreo e un Caffe americano con panna.

Li vicino c’era un centro info turistiche e così ne ho approfittato per chiedere info riguardo il giro turistico del city seething. E così con 18euro l’ho fatto per 24ore compreso il giro notturno by night.

Intanto, dopo aver presa la calamita e qualche cartolina, ho fatto un giro del bus completo e una volta tornato alla partenza, ovvero alla torre dell’oro sono sceso per andare alla Cattedrale.
E’ bellissima in stile gotico. Dentro offre la visita di vari musei sempre di arte cristiana con 9euro e, ovviamente l’ingresso nella maestosa cattedrale andalusa e alla Giralda, ovvero la torre.


Ho pranzato un locale al centro. Crocchette di pesce e una specie di zuppa con calamari e patate. Con caffè e acqua, circa 13eu.

Ho ripreso il bus. Questa volta mi sono fermato ala piazza di Spagna con i giardini di Maria Luisa.
Bellissima. Una delle piazze più belle mai viste fin ora…
Mi sono perso li dentro quasi tutto il pomeriggio. Cosi che ho voluto aspettare che fosse sera per vederla con le luci

Insomma dopo, ne ho approfittato per un giro by night con il bus.. anche se faceva il suo bel freddino e la sera sono stato in centro a vedere le illuminazioni notturne.

Il giorno dopo la sveglia era presto perchè l’EA partiva alle 7:00

Che dire.. sono stato benissimo e sto progettando il prossimo in solitaria 😉

di fonziefo87